Provincia di Rimini

Torna alla pagina principale
L'Amministrazione Provinciale
Il territorio
La Provincia informa
I servizi
Collegamenti utili

Torna alla pagina precedente

PTCP: i Verdi 'giocano' da soli

Novità di giovedì 2 agosto 2007

All'indomani dell'adozione del Piano territoriale di coordinamento provinciale (Ptcp), il capogruppo Ds in Consiglio provinciale, Sergio Funelli, riprende il tema caldo delle astensioni per così dire bi-partisan. ripercorrendo il filo dell'intervento svolto in chiusura di Consiglio dal presidente Fabbri, Funelli sottolinea che "Mentre gli emendamenti di Rifondazione e il voto contrario sono coerenti con quanto fin qui espresso dai consiglieri di RC e ribadiscono la distanza di quest'ultimi dall'azione politico amministrativa della maggioranza che sostiene il Presidente, diverso ragionamento siamo costretti a fare considerando la platea delle astensioni".

Continua Funelli "premesso che stiamo parlando del Ptcp, ovvero dell'atto con cui si disegna l'idea di Provincia in cui vivremo da qui ai prossimi 20 anni, i Verdi, astenendosi come AN e Forza Italia, hanno disegnato una nuova articolazione politica del Consiglio del quale tener conto nel percorso che ci porterà all'approvazione definitiva del Ptcp."

Spiega Funelli: "Per esser più chiari sul Ptcp oltre al voto contrario di RC si è confermata una maggioranza costituita da DS Margherita Comunisti Italiani con i Verdi che si sono collocati sullo stesso piano di AN e Forza Italia. Da qui discende però che, se l'astensione di AN e Forza Italia sono una dimostrazione di responsabilità frutto del duro lavoro fatto in commissione, l'astensione dei Verdi che siedono in giunta, invece, genera imbarazzo." "Peraltro avendo di fronte il periodo delle osservazioni, Garattoni avrebbe avuto la possibilità di marcare le differenze che ancora rimangono, contribuendo a dare la compattezza che richiede l'adozione di uno strumento ambizioso quale è questo Ptcp. Del resto Garattoni sa che, come dimostra il Piano Rifiuti, quando ci si confronta nel merito le posizioni possono anche mutare, avvicinandosi".

"Queste riflessioni vorrei condividerle con gli altri consiglieri della maggioranza che ha approvato il Ptcp al termine della pausa estiva".

Conclude Funelli: "Pertanto condivido in pieno il giudizio dato in conclusione dei lavori di adozione dal Presidente Fabbri; dopo mesi di lavoro Garattoni ha voluto marcare una diversità, accentuando così la distanza dal resto della coalizione. Fi e An astenendosi hanno dato implicitamente un giudizio positivo sul lavoro dei nostri uffici e hanno anteposto il bene della collettività alle questioni di partito".



Torna alla pagina precedente