Provincia di Rimini

Torna alla pagina principale
L'Amministrazione Provinciale
Il territorio
La Provincia informa
I servizi
Collegamenti utili

Torna alla pagina precedente

Resoconto del Consiglio provinciale del 24/4

Novità di giovedì 26 aprile 2012

Nella seduta del 24 aprile il Consiglio provinciale ha approvato a maggioranza il Rendiconto della gestione per l’esercizio finanziario 2011 (no di PdL, Lega Nord e Gruppo misto).

Si è trattato del secondo esercizio finanziario dell’Ente comprensivo di entrate e spese legate al territorio accorpato dell’alta Valmarecchia. L’esercizio si chiude con un avanzo libero di amministrazione di € 310.676,52 dei quali 147.821,88 destinabili unicamente ad investimenti ed un avanzo vincolato di € 159.173,61 euro.
L’esercizio 2011 si è caratterizzato per il buon andamento registrato dalle entrate provinciali rispetto agli ultimi esercizi, e dalla riduzione delle spese correnti, spesa per il personale e spese di funzionamento della struttura. L’Ente ha rispettato il patto di stabilità mantenendo l’impegno sulle opere pubbliche che si attestano a circa 12 milioni di euro dei quali 3 milioni e mezzo per capitalizzazioni, 6 milioni e mezzo per interventi nella viabilità e 2 milioni nell’edilizia scolastica.

L’assemblea ha quindi proceduto ad approvare col voto della maggioranza e della Lega Nord le modifiche societarie e la cessione di quote azionarie nella Società Palariccione S.p.a. (no del PdL).

Approvate a maggioranza le linee e le priorità strategiche, le modalità procedurali e le iniziative di promozione e valorizzazione dei territori e delle destinazioni turistiche per il Programma turistico di promozione locale 2013. La programmazione 2013, coerentemente con la strategia degli esercizi precedenti, si pone cinque obiettivi: qualificazione e innovazione di prodotto, destagionalizzazione, internazionalizzazione della Riviera di Rimini, valorizzazione turistica dell’entroterra, potenziamento e promozione dei grandi eventi della Riviera di Rimini.

Approvato infine all’unanimità l’ordine del giorno presentato da Di Lorenzo del PdL che chiede al Governo di prolungare la deroga del regime transitorio relativo al contratto di apprendistato per giovani minorenni in aziende stagionali. Deroga che si rende necessaria nell’attesa che le Regioni regolamentino la formazione degli apprendistati, come previsto dal decreto 167/2011 e da quanto stabilito lo scorso 15 marzo 2012 dalla Conferenza Permanente per i rapporti con lo Stato e le Regioni.




Torna alla pagina precedente